Inserisci le date per vedere i prezzi

montjuic

I migliori percorsi per raggiungere Montjuïc

Anella Olímpica

Situata nei dintorni dello Stadio Olimpico di Montjuïc, è la zona più importante che è stata ristrutturata per i giochi olimpici di Barcellona nel 1992, per l’importanza delle sue strutture, costituite dal Palau Sant Jordi, dallo Stadio Olimpico, dalle piscine Picornell, dalla piscina comunale di Montjuïc, dall’edificio dell’istituto INEFC e dal Museo olimpico e dello sport a partire dal 2007. Al centro del complesso si trova la cosiddetta Torre di Calatrava, una torre di telecomunicazioni di 136 metri.

  • Indirizzo: en la montaña de Montjuïc, entre la Avenida del Estadio y el Passeig Olímpic.
  • Autobus: 13, 55, 125, 150
anilla olimpica

Fontana magica di Montjuïc

Costruita in occasione dell’Esposizione Internazionale del 1929 da Carles Buïgas, è la più grande fontana ornamentale della città, che attualmente offre uno spettacolo che unisce la musica al movimento dell’acqua e ai giochi di luce con oltre 50 diverse varianti.

Nel 1992 la fontana è stata accuratamente restaurata in occasione dei giochi olimpici di Barcellona.

Ogni anno per la festa di Barcellona, la Mercè, ospita l’evento finale dei festeggiamenti, il “Piromusical”, che unisce lo spettacolo della fontana con un grande spettacolo pirotecnico.

Vale la pena ricordare che la fontana utilizza sempre acqua riciclata, al fine di promuovere il risparmio idrico.

fuente magica
  • Indirizzo: Av. Reina Maria Cristina, s/n
  • Autobus: 13, 23, 150
  • Metro: Espanya (L1 y L3)

Fira de Barcelona

La tradizione fieristica di Barcellona risale all’Esposizione Universale del 1888. Nel 1920 ebbe luogo la prima fiera campionaria e nel 1929 assunse l’aspetto attuale della Fira de Montjuïc.

Fira de Barcelona è l’ente fieristico della città e uno dei più importanti in Europa. Ogni anno si tengono numerosi saloni e congressi a cui partecipano i colossi dei vari settori economici per esporre le novità, scambiare conoscenze ed esperienze e promuovere gli affari.

Organizza un totale di 80 saloni: semestrali, annuali, biennali, triennali e quadriennali, riunendo 40.000 aziende e 3,5 milioni di visitatori. È la sede dei principali saloni industriali in Spagna e 15 delle sue fiere sono di riferimento in Europa.

La Fira de Barcelona è attualmente divisa in due grandi spazi: da una parte quello di Montjuïc, con 165.000 metri quadrati, dall’altra quello della Gran Via, aperto nel 2007, con 200.000 metri quadrati, espandibili fino a 405.000 metri quadrati.

  • Indirizzo: Av. Reina Maria Cristina, s/n.
  • Autobus: 13, 23, 46, 52, 55, 65, 79, 91, 150, 165, D20, D40, H12, H16, V7
  • Metro: Espanya (L1, L3)
fira de barcelona

Poble Espanyol

Costruito nel 1929 in occasione dell’Esposizione Universale di Barcellona, è stato progettato dall’architetto Puig i Cadafalch.

Attualmente ospita un totale di 117 edifici riprodotti in scala di quindici comunità autonome spagnole su una superficie totale di 42.000 metri quadrati. È considerato uno spazio unico in città, una vero e proprio villaggio con strade, piazze e palazzi che ci possono trasportare da una chiesa dell’Aragona a un quartiere andaluso a distanza di pochi metri.

Dal 1997 ospita anche 40 laboratori di produttori artigiani di gioielli, vetro, maschere, ricami, burattini, cuoio, ceramica, ecc. che offrono pezzi unici d’autore. A seguito di questo la Generalitat de Catalunya lo ha catalogato come zona d’interesse artigianale.

Ha anche molti locali come bar, ristoranti e discoteche.

pueblo español
  • Indirizzo: Av. Francesc Ferrer i Guàrdia, 13.
  • Autobus: 13, 50, 61
  • Metro: Espanya (L1 y L3)

Castello di Montjuïc

Nel 1640, con la sollevazione della Catalogna, la città costruì una zona militare nel posto dove c’era una torre di avvistamento. Questa prima fortezza divenne proprietà reale nell’anno 1652, diventando subito dopo uno dei principali protagonisti della Guerra di Successione, tra il 1705 e il 1714.

A metà del XVIII secolo, l’ingegnere militare Juan Martín Cermeño, venne incaricato della ricostruzione a seguito dei danni subiti durante la guerra. Fu allora che il castello adotta l’aspetto che oggi conserva. In passato la città di Barcellona è stata bombardata in diverse occasioni dai cannoni del castello, che divenne anche una prigione. Il 15 ottobre 1940 vi venne fucilato il presidente della Generalitat Lluís Companys. Fino al 1960, il castello viene utilizzato come prigione militare e da quell’anno venne ceduto alla città sotto la gestione dell’esercito.

Dal 2007, il castello di Montjuïc è di proprietà del Comune di Barcellona.

  • Indirizzo: Carretera de Montjuïc, 66.
  • Autobus: 150
castillo de montjuic

Padiglione di Mies Van der Rohe

Il padiglione è stato costruito nel 1929 per l’Esposizione Universale come padiglione tedesco.

È un edificio dalle forme essenziali, ma realizzato con materiali di lusso, come il marmo travertino.

Conclusa l’Esposizione il padiglione venne smantellato nel 1930, diventando nel corso del tempo un riferimento fondamentale per tutta l’architettura del XX secolo oltre che nella traiettoria di Mies van der Rohe. Di conseguenza nel 1980 il padiglione venne ricostruito nel luogo originale e inaugurato nel 1986.

È uno dei monumenti più emblematici dell’architettura moderna del XX secolo, essendo stato studiato e interpretato estensivamente, oltre ad aver ispirato il lavoro di diverse generazioni di architetti. L’autore, Ludwig Mies Van der Rohe, era direttore della Bauhaus, il centro di riflessione estetica che ha cambiato l’arte e il design in Europa.

Il padiglione è costruito in vetro, acciaio e quattro diversi tipi di marmo: travertino romano, marmo di Tino, marmo antico di Vert e onice dorato.

el pabellon
  • Indirizzo: Avenida Francesc Ferrer i Guàrdia, 7
  • Autobus: 13, 23, 150
  • Metro: Espanya (L1 y L3)

Teatre Grec

Questo teatro all’aperto è stato progettato e costruito nel 1929 dagli architetti Ramón Reventós e Nicolau Maria Rubió i Tudurí in occasione dell’Esposizione Internazionale di Barcellona. Reventós e Rubio si sono ispirati alla pianta del teatro di Epidauro. Trovandosi in un’antica cava di pietra, la parete verticale funge da scenario per gli spettacoli.

Con una superficie di 460 metri quadrati, il teatro può accogliere un totale di 1900 spettatori.

Dal 1976 si tiene ogni anno il Festival Grec con rappresentazioni artistiche importanti soprattutto in estate. Il resto dell’anno il suo uso è limitato.

Nei pressi del teatro si trovano un giardino e un ristorante.

  • Indirizzo: Pg. de Santa Madrona, 36
  • Autobus: 55
teatro griego

Barcellona, 24 marzo 2020

È tempo di prendersi cura l'uno dell'altro!

Seguendo le istruzioni del governo centrale, comunichiamo che tutti gli hotel HCC Hotels rimarranno chiusi fino alla fine dello stato di allarme. La sicurezza dei nostri dipendenti e clienti è sempre stata ed è la nostra massima priorità.

Tuttavia, continuiamo a lavorare da casa, quindi siamo disponibili per telefono (+34) 934817350 o e-mail hcc@hcchotels.es per eventuali domande sulle prenotazioni.

Da HCC Hotels, vogliamo inviare a tutti un sacco di incoraggiamento: supereremo insieme questa situazione!

Grazie mille a tutti!

Info Covid

Misure preventive:

  • - Spostato a tutti i dipendenti la necessità di protocolli di igiene estreme e tutto il personale si è sensibilizzato prendendo massime precauzioni.
  • - è stato rafforzato il servizio di pulizia in modo che durante il vostro soggiorno al mantenimento della struttura intensificare l'uso di disinfettanti.
  • - I saponi antibatterici sono stati collocati in tutti i punti di accesso al cliente e al personale.

In ogni caso, ricordiamo la comodità di cautela e rispetto delle linee guida generali di prevenzione raccomandate dalle autorità sanitarie per prevenire la diffusione, come il lavaggi frequenti delle mani.

Vogliamo dare un messaggio di calma e la fiducia che i protocolli di igiene che si applicano sono necessari per ridurre al minimo il rischio di contrarre questo virus.