Inserisci le date per vedere i prezzi

museos

Visitate i musei più famosi della città

Museo egizio

Il Museo egizio è un ente di interesse culturale ed educativo, che appartiene alla fondazione archeologica Clos. È una delle più importanti collezioni private in Europa e un ente impegnato nella ricerca, nello studio e nella divulgazione dell’antico Egitto.

Occupa oltre 2000 metri quadrati suddivisi in tre sale.

Venne fondato nel 1993 dalla Fundació Jordi Clos.

Da menzionare una immagine colossale di Ramses II e un bassorilievo di Cleopatra VII.

  • Indirizzo: València, 284
  • Autobus: 7, 22, 24, 39, 47, H10, V15, V17
  • Metro: Passeig de Gràcia (L2 y L3)
museo egipcio

Museu marítim de Barcelona

Il museo si trova nei cantieri navali medioevali di Barcellona, uno spazio dedicato alla costruzione delle imbarcazioni tra il XIII e il XVIII secolo. Nel 1976 il sito è stato catalogato come monumento storico-artistico.

Dal 1929 riunisce un importante insieme di collezioni che illustrano la cultura marittima catalana e aiutano a comprendere la storia marittima del paese. L’istituzione del museo ha la missione di preservare, studiare e diffondere le collezioni più importanti del patrimonio marittimo del Mediterraneo.

All’interno offre notevoli raccolte di modelli di imbarcazioni, strumenti nautici, offerte votive, dipinti di argomento marittimo, polene e cartografia. Ormeggiata nel porto di Barcellona troviamo la barca storica del 1918, la goletta Santa Eulalia, una barca a tre alberi con uno scafo di 46 metri.

Nel 2006 il Museu marítim de Barcelona è stato dichiarato museo di interesse nazionale.

museo maritimo de barcelona
  • Indirizzo: Av. de las Drassanes, s/n
  • Autobus: 21, 59, 88, 120, D20, H14, V11, V13
  • Metro: Drassanes (L3)

Museo Picasso

Il Museo si sviluppa attraverso cinque palazzi gotici del XIII e XIV secolo. Inaugurato nel 1963, è diventato un centro fondamentale per conoscere gli anni formativi dell’artista.

La collezione permanente, che ospita un totale di 3800 opere appartenenti al periodo giovanile, mostra lo stretto rapporto mantenuto dall’artista di Malaga con la città di Barcellona.

  • Indirizzo: Montcada, 15-23.
  • Autobus: 39, 45, 51, 120, H14, V15, V17
  • Metro: Jaume I (L4)
museo picasso

Fundació Joan Miró

Situato in un edificio di Josep Lluís Sert in stile marcatamente mediterraneo, la Fundació Joan Miró ha la più grande collezione pubblica dell’artista, con un totale di 14.000 opere tra dipinti, sculture, stampe, tessuti e disegni che permettono di conoscere meglio la traiettoria di Miró attraverso le tecniche da lui utilizzate.

La fondazione è completata da una piccola collezione di arte contemporanea realizzata con opere donate e con prestiti di artisti di fama e a sua volta mette a disposizione dei giovani creativi uno spazio espositivo per la ricerca e la sperimentazione artistica.

fundacion joan miro
  • Indirizzo: Parc de Montjuïc, s/n
  • Autobus: 50, 55, 193

MNAC (Museu Nacional d’Art de Catalunya)

Il Museu Nacional d’Art de Catalunya, nato nel 1990, raccoglie opere di vario tipo al fine di conservare e mostrare tutta l’arte catalana dal romanico al XX secolo.

Il MNAC è un consorzio indipendente costituito dalla Generalitat de Catalunya, dal Comune di Barcellona e dall’amministrazione generale dello stato.

Il Museo si trova nel Palazzo Nazionale di Montjuïc, costruito per l’Esposizione Internazionale del 1929, con una superficie di 32.000 metri quadrati in stile neoclassico, ha una facciata principale simmetrica, sormontata da una grande cupola di stile romano.

La collezione permanente del Museo è suddivisa in: arte romanica, gotica, rinascimentale e barocca (collezione Thyssen-Bornemisza ed eredità Cambó), arte moderna (collezione Carmen Thyssen-Bornemisza), numismatica, disegni, incisioni e poster e fotografia, oltre alle mostre temporanee.

  • Indirizzo: Av. Reina Maria Cristina, s/n
  • Autobus: 9, 37, 50, 55, 65, 79, 109, 150, 165, D20, D40, H12, V7
  • Metro: Espanya (L1 y L3)
mnac

Fundació Antoni Tàpies

Situata in un edificio costruito da Domènech i Montaner nel 1885, questa fondazione è stata creata da Antoni Tàpies nel 1984 al fine di promuovere la consapevolezza dell’arte moderna e contemporanea.

La fondazione propone una mostra dedicata all’autore, presentata seguendo un ordine cronologico che va dal 1940 ad oggi. L’esposizione permette di conoscere l’evoluzione formale dell’artista attraverso le sue opere.

Nel 1990 è stata aggiunta all’edificio la scultura “Núvol i cadira” (Nuvola e sedia) a opera del fondatore, realizzata con tubi in alluminio e rete metallica in acciaio, che dà risalto all’altezza dell’edificio, ma senza interferire con l’importanza artistica della facciata.

fundacion antoni tapies
  • Indirizzo: Aragó, 255
  • Autobus: 7, 16, 17, 20, 22, 24, 28, 39, 43, 44, 45, 47, 63, 67, 68, 544
  • Metro: Passeig de Gràcia (L2, L3 y L4)

CCCB (Centre de Cultura Contemporània de Barcelona)

Situato nell’ex Casa della carità, la ristrutturazione che ne derivò gli valse il premio di architettura FAD.

Il CCCB (Centre de Cultura Contemporània de Barcelona) è uno spazio multidisciplinare, che dipende dalla Provincia e dal Comune di Barcellona, e ospita mostre, simposi, esposizioni, conferenze e vari tipi di attività che hanno in comune la tematica della città, dove si discute l’ambiente urbano da tutti i punti di vista delle discipline culturali.

  • Indirizzo: Montalegre, 5
  • Autobus: 7, 24, 41, 50, 54, 55, 59, 62, 63, 66, 67, 91, H12, H16, V13, V15, 120
  • Metro: Universitat (L1 y L2) o Catalunya (L3)
cccb

MACBA (Museu d’Art Contemporani de Barcelona)

Il MACBA, il museo d’arte contemporanea di Barcellona, si trova in un edificio progettato dall’architetto americano Richard Meier. Unisce linee rette a linee curve, allo scopo di mescolare gli spazi interni con la luce naturale.

Il MACBA nasce nel 1959 su iniziativa del critico d’arte Alexandre Cirici i Pellicer, che ritenne necessario avvicinare al pubblico l’arte della seconda metà del XX secolo. Venne inaugurato come museo nel 1995 e nel 2006 gli fu annessa l’ex chiesa del Convent dels Àngels, come nuovo spazio espositivo con il nome di “Capella MACBA”.

Il museo espone una collezione permanente e frequenti mostre itineranti.

macba
  • Indirizzo: Plaza dels Angels, 1
  • Autobuses: 14, 59, 91
  • Metro: Catalunya (L1 y L3) o Universitat (L1 y L2)

MOE Joan Antoni Samaranch

Il Museu Olímpic i de l’Esport è stato inaugurato nel 2007 nella zona della Anilla olímpica. Nel giugno 2010 il Museo è stato intitolato a Joan Antoni Samaranch, in onore al presidente del Comitato Olimpico Internazionale dal 1980 al 2001.

Il museo illustra aspetti dello sport di alto livello, competitivo e amatoriale. Dimostra come a partire dallo sport si possono promuovere i valori, l’educazione, l’innovazione e il rinnovamento. Comprende anche spazi interattivi con tecnologia avanzata e installazioni multimediali. Uno degli spazi più emblematici del museo è la collezione Joan Antoni Samaranch che mira a riflettere lo spirito olimpico attraverso elementi legati allo sport, all’arte e alla cultura dell’ex presidente del CIO. Presenta anche una sala per mostre temporanee, una mostra sullo sport nelle diverse civiltà e ospita la sede della Fundació Barcelona Olímpica.

  • Indirizzo: Avenida de l’Estadi, 60
  • Autobus: 55
  • Metro: Espanya (L1 y L3)
moe

Barcellona, 24 marzo 2020

È tempo di prendersi cura l'uno dell'altro!

Seguendo le istruzioni del governo centrale, comunichiamo che tutti gli hotel HCC Hotels rimarranno chiusi fino alla fine dello stato di allarme. La sicurezza dei nostri dipendenti e clienti è sempre stata ed è la nostra massima priorità.

Tuttavia, continuiamo a lavorare da casa, quindi siamo disponibili per telefono (+34) 934817350 o e-mail hcc@hcchotels.es per eventuali domande sulle prenotazioni.

Da HCC Hotels, vogliamo inviare a tutti un sacco di incoraggiamento: supereremo insieme questa situazione!

Grazie mille a tutti!

Info Covid

Misure preventive:

  • - Spostato a tutti i dipendenti la necessità di protocolli di igiene estreme e tutto il personale si è sensibilizzato prendendo massime precauzioni.
  • - è stato rafforzato il servizio di pulizia in modo che durante il vostro soggiorno al mantenimento della struttura intensificare l'uso di disinfettanti.
  • - I saponi antibatterici sono stati collocati in tutti i punti di accesso al cliente e al personale.

In ogni caso, ricordiamo la comodità di cautela e rispetto delle linee guida generali di prevenzione raccomandate dalle autorità sanitarie per prevenire la diffusione, come il lavaggi frequenti delle mani.

Vogliamo dare un messaggio di calma e la fiducia che i protocolli di igiene che si applicano sono necessari per ridurre al minimo il rischio di contrarre questo virus.